Sbiancamento

Sbiancamento

Bocca e denti sono tra le parti del corpo che più danno nell’occhio quando parliamo.

L’aspetto di bocca e denti dà un’ idea dell’età e della cura della propria persona e in generale, contribuisce ad influire sulla prima impressione nelle relazioni interpersonali.

La perdita di lucentezza della dentatura e le alterazioni di colore, discromie, possono essere dovute a varie cause: da fattori esterni quali alimenti che contengono sostanze coloranti e il fumo, o da fattori interni come l’assunzione in età infantile di determinati farmaci o traumi dentali che portano alla necrosi della polpa dentaria.

Le alterazioni di colore dei denti possono essere attenuate, nella maggior parte dei casi, attraverso una procedura chiamata SBIANCAMENTO DENTALE.

Lo sbiancamento dentale utilizza sostanze ossidanti come il perossido di carbamide o il perossido di idrogeno che, attivati, rilasciano radicali di ossigeno, i quali penetrano tra i cristalli dello smalto, dove si sono depositate le sostanze coloranti, e le dissolvono.

IN COSA CONSISTE

Pur essendo un trattamento cosmetico, deve essere effettuato da professionisti come odontoiatri o igienisti, previa una corretta valutazione del caso e visita del paziente per verificare le condizioni dei denti ( presenza di otturazioni, o altri tipi di ricostruzioni) e dei tessuti( infiammazione gengivale, tartaro) e le aspettative estetiche

SBIANCAMENTO PROFESSIONALE

Solitamente il primo approccio allo sbiancamento professionale avviene con l’utilizzo di trattamenti rapidi, con gel a base di perossido di idrogeno al 6%, che vengono attivati da una lampada specifica, che possono essere applicati anche subito dopo la seduta di igiene orale: l’effetto “illuminante” , con schiariture anche di 3-5 tonalità, il costo contenuto, lo rendono un trattamento ideale per chi cerca un sorriso più luminoso.

In casi di colorazioni dentali più scure, o per ottenere un risultato più duraturo, si effettuano sedute più lunghe, ripetute di seguito sempre però con perossido di idrogeno al 6% che attualmente è quello raccomandato dalla normativa europea

SBIANCAMENTO DOMICILIARE

Consiste nel utilizzare una mascherina, preparata in studio, che il paziente riempie a casa con il gel sbiancante a base di perossido di carbamide Le mascherine devono essere indossate per un certo numero di ore al giorno per un periodo variabile di 1-3 settimane.

Si effettua come  proseguimento  del trattamento professionale per intensificarlo o mantenimento a distanza